Categoria database

In questa sezione sono descritte le funzioni che consentono di gestire i dati organizzati in una sola riga per un solo record.

note

La categoria Database potrebbe essere confusa con un database integrato in LibreOffice. Non vi è collegamento, comunque, tra un database in LibreOffice e la categoria Database in LibreOffice Calc.


Dati di esempio:

In alcuni degli esempi forniti nelle descrizioni delle funzioni verranno utilizzati i dati seguenti:

L'area A1:E10 elenca i bambini invitati alla festa di compleanno di Luca. Per ciascuna voce vengono fornite le informazioni seguenti: la colonna A riporta il nome, la colonna B la classe, quindi l'età espressa in anni, la distanza da scuola in metri ed il peso di ogni bambino espresso in chili.

A

B

C

D

E

1

Nome

Classe

Età

Distanza dalla scuola

Peso

2

Andrea

3

9

150

40

3

Elisabetta

4

10

1000

42

4

Carlo

3

10

300

51

5

Daniele

5

11

1200

48

6

Eva

2

8

650

33

7

Franco

2

7

300

42

8

Greta

1

7

200

36

9

Enrico

3

9

1200

44

10

Irene

2

8

1000

42

11

12

13

Nome

Classe

Età

Distanza dalla scuola

Peso

14

>600

15

16

DB.CONTA.NUMERI

5


La formula nella cella B16 è =DB.CONTA.NUMERI(A1:E10;D1;A13:E14)

Parametri delle funzioni database:

Qui di seguito sono elencate le definizioni dei parametri per tutte le funzioni database:

Database è l'intervallo di celle che definisce il database. La prima riga dell'intervallo contiene i nomi dei campi, le righe seguenti sono record contenenti i valori dei campi corrispondenti.

L'opzione Campo database specifica la colonna sulla quale opera la funzione dopo l'applicazione dei criteri di ricerca del primo parametro e la selezione delle righe di dati. Non riguarda direttamente i criteri di ricerca. Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

CriteriRicerca è l'intervallo di celle che contiene i criteri di ricerca. Come per il campo Database, la prima riga corrisponde ai nomi dei campi, le seguenti sono condizioni per i campi collegati. Se scrivete più criteri in una riga, essi vengono collegate da E logico. Se scrivete i criteri in righe diverse, vengono collegati da O logico. Le celle vuote all'interno dei criteri di ricerca verranno ignorate.

Scegliete LibreOffice Calc - Calcola per definire i criteri di ricerca utilizzati da LibreOffice Calc durante la ricerca di voci uguali.

Consultate anche la pagina wiki sulle somme e i calcoli condizionali (in inglese).

DB.CONTA.NUMERI

DB.CONTA.NUMERI calcola in un database il numero delle righe (record di dati) che soddisfano i criteri di ricerca con valori numerici nella colonna Campo database.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.CONTA.NUMERI(Database; [Campo_database]; Criteri_di_ricerca)

Se l'argomento Campo database viene omesso, DB.CONTA.NUMERI restituisce il conteggio di tutti i record che soddisfino il criterio. Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Se decidete di omettere l'argomento CampoDatabase, la formula dovrà assumere la forma =DB.CONTA.NUMERI(Database; ; CriteriRicerca).

Esempio

Nell'esempio sopra (scorrete in alto), desideriamo sapere per quanti bambini la distanza da scuola è superiore a 600 metri. Il risultato deve essere inserito nella cella B16. Posizionate il cursore nella cella B16. Inserite la formula =DB.CONTA.NUMERI(A1:E10;D1;A13:E14) in B16. La Creazione guidata funzione permette di immettere intervalli di valori.

Database è l'intervallo di dati da valutare, incluse le rispettive intestazioni, in questo caso A1:E10. Campo database specifica la colonna per i criteri di ricerca, in questo caso la colonna con i valori di distanza numerica. Criteri di ricerca è l'area in cui potete inserire le condizioni per la ricerca, in questo caso A13:E14.

Per sapere quanti bambini della seconda classe sono sopra i 7 anni, eliminate la voce >600 nella cella D14, inserite 2nella cella B14 sotto Classe, e digitate >7 nella cella C14 a destra. Il risultato è 2. Due bambini sopra i 7 anni frequentano la seconda classe. I criteri sono collegati dall'operatore E, dato che si trovano entrambi nella stessa riga.

DB.CONTA.VALORI

DB.CONTA.VALORI calcola in un database il numero delle righe (record di dati) che soddisfano i criteri di ricerca e che contengono valori numerici o alfanumerici.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.CONTA.VALORI(Database; [Campo_database]; Criteri_di_ricerca)

Se l'argomento Campo database viene omesso, DB.CONTA.VALORI restituisce il conteggio di tutti i record che soddisfino il criterio. Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Se decidete di omettere l'argomento CampoDatabase, la formula dovrà assumere la forma =DB.CONTA.VALORI(Database; ; CriteriRicerca).

Esempio

Nell'esempio sopra riportato (scorrete in alto), potete cercare il numero di bambini il cui nome inizia con E o con una lettera successiva. Modificate la formula in B16 nel seguente modo =DB.CONTA.VALORI(A1:E10;"Nome";A13:E14). Cancellate il precedente criterio di ricerca e inserite >=E sotto Nome nel campo A14. Il risultato sarà 5. Se cancellate tutti i valori numerici per Greta nella riga 8, il risultato diventa 4. La riga 8 non viene più inclusa nel conteggio perché non contiene alcun valore. Il nome Greta è un testo, non un valore. Si noti che il parametro Campo database deve puntare a una colonna che possa contenere valori.

DB.DEV.ST

DB.DEV.ST calcola la deviazione standard di una popolazione sulla base di un campione, utilizzando i numeri in una colonna del database che soddisfano le condizioni indicate. I record vengono considerati alla stregua di un campione di dati. In altri termini, i bambini dell'esempio rappresentano uno spaccato di tutti i bambini (un campione di meno di mille bambini non consente, tuttavia, di ottenere risultati affidabili).

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.DEV.ST(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Per trovare la deviazione standard del peso per tutti i bambini della stessa età considerati nell'esempio (scorrete in alto), inserite in B16 la formula seguente:

=DB.DEV.ST(A1:E10;"Peso";A13:E14)

Nella riga 14, sotto Età, inserite 7, 8, 9, in successione e così via. Come risultato viene visualizzata la deviazione standard del peso di tutti i bambini di questa età.

DB.DEV.ST.POP

DB.DEV.ST.POP calcola la deviazione standard di una popolazione, sulla base di tutte le celle di un'area dati che soddisfano i criteri di ricerca. I record dell'esempio vengono trattati come una popolazione.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.DEV.ST.POP(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Per trovare la deviazione standard del peso di tutti i bambini della stessa età presenti al compleanno di Luca (scorrete in alto), inserite in B16 la formula seguente:

=DB.DEV.ST.POP(A1:E10;"Peso";A13:E14)

Nella riga 14, sotto Età, inserite 7, 8, 9, in successione e così via. Il risultato è la deviazione standard del peso di tutti i bambini coetanei pesati.

DB.MAX

DB.MAX calcola in un database il contenuto massimo presente in una cella (di un campo di dati) tra tutte le righe (record di dati) che corrispondono ai criteri di ricerca indicati.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.MAX(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Per determinare quanto pesa il bambino più grasso di ogni classe nell'esempio precedente (scorrete in alto), inserite in B16 la formula seguente:

=DB.MAX(A1:E10;"Peso";A13:E14)

Sotto 'Classe', digitate 1, 2, 3 e così via, uno dopo l'altro. Come risultato viene visualizzato di volta in volta il peso del bambino più grasso nella rispettiva classe.

DB.MEDIA

DB.MEDIA calcola in un database la media dei contenuti di tutte le celle (campi di dati) in tutte le righe (record di dati) che soddisfano i criteri di ricerca indicati.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.MEDIA(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Per trovare il peso medio di tutti i bambini della stessa età dell'esempio precedente (scorrete in alto), inserite in B16 la formula seguente:

=DB.MEDIA(A1:E10;"Peso";A13:E14)

Ora inserite in successione nella riga 14, sotto 'Età', 7, 8, 9, e così via. Come risultato viene visualizzato il peso medio di tutti i bambini di questa età.

DB.MIN

DB.MIN restituisce il valore minimo di una cella (campo) che soddisfa i criteri di ricerca indicati in un database.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.MIN(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Per calcolare la distanza più breve dalla scuola per i bambini di ogni classe nell'esempio precedente (scorrete in alto), inserite in B16 la formula seguente:

=DB.MIN(A1:E10;"Distanza da scuola";A13:E14)

Nella riga 14, sotto Classe, inserite 1, 2, 3, in successione e così via. Viene visualizzata la distanza da scuola più breve per ogni classe.

DB.PRODOTTO

DB.PRODOTTO moltiplica tutte le celle di un campo di database in tutte le righe (record di dati) che soddisfano i criteri di ricerca indicati.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.PRODOTTO(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

L'esempio della festa di compleanno (scorrete in alto) non consente di trovare un'applicazione significativa di questa funzione.

DB.SOMMA

DB.SOMMA calcola la somma di tutte le celle di un campo di database in tutte le righe (record di dati) che soddisfano i criteri di ricerca indicati.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.SOMMA(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Per trovare la distanza totale percorsa per andare a scuola da tutti i bambini che frequentano la seconda classe presenti alla festa di Luca (scorrete in alto), inserite in B16 la formula seguente:

=DB.SOMMA(A1:E10;"Distanza da scuola";A13:E14)

Inserite 2 nella riga 14 sotto Classe. Come risultato viene visualizzata la somma delle distanze da scuola di tutti i bambini che frequentano la seconda classe. Il risultato è 1950.

DB.VALORI

DB.VALORI deduce in un database il contenuto di una cella alla quale si fa riferimento tramite i criteri di ricerca indicati. In caso di errore la funzione restituisce #VALORE!, nel caso in cui non sia stata trovata alcuna cella, oppure Err502, se ne è stata trovata più di una.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.VALORI(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Nell'esempio sopra citato (scorrete in alto) desideriamo ora stabilire in quale classe si trova il bambino il cui nome è riportato nella cella A14. La formula viene sempre inserita nella cella B16, ma è leggermente diversa rispetto a quella degli esempi precedenti, dato che per Campo database è possibile inserire solo una colonna (un campo database). Inserite la formula seguente:

=DB.VALORI(A1:E10;"Classe";A13:E14)

Se digitate il nome Franco nella cella A14, il risultato sarà 2. Franco frequenta la seconda classe. Inserendo "Età" al posto di "Classe" otterrete l'età di Franco.

Oppure digitate il valore 11 solo nella cella C14 ed eliminate tutte le altre voci presenti in questa riga. In B16 modificate la formula come segue:

=DB.VALORI(A1:E10;"Nome";A13:E14)

Invece di chiedere la classe, viene ora chiesto il nome. Viene immediatamente visualizzata la risposta: Daniele è l'unico bambino che ha 11 anni.

DB.VAR

DB.VAR calcola la varianza di tutte le celle di un campo di database in tutti i record che soddisfano i criteri di ricerca indicati. I record dell'esempio vengono considerati alla stregua di un campione di dati (una popolazione campione di meno di mille bambini non consente, tuttavia, di ottenere risultati affidabili).

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.VAR(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Per trovare la varianza del peso di tutti i bambini della stessa età dell'esempio precedente (scorrete in alto), inserite in B16 la formula seguente:

=DB.VAR(A1:E10;"Peso";A13:E14)

Nella riga 14, sotto Età, inserite 7, 8, 9, in successione e così via. Il risultato visualizzato è la varianza dei valori di peso per tutti i bambini dell'età indicata.

DB.VAR.POP

DB.VAR.POP calcola la varianza di tutte le celle di un campo di database in tutti i record che soddisfano i criteri di ricerca indicati. I record dell'esempio vengono trattati come una popolazione.

La ricerca supporta caratteri jolly o espressioni regolari. Attivando le espressioni regolari potete, per esempio, digitare "all.*", per trovare la prima posizione di "all" seguita da qualsiasi altro carattere. Se volete ricercare un testo che è anch'esso un'espressione regolare, dovete far precedere qualsiasi carattere da un carattere "\", oppure racchiudere il testo all'interno \Q...\E. Potete attivare o disattivare la stima automatica dei caratteri jolly o delle espressioni regolari in - LibreOffice Calc - Calcola.

warning

Quando utilizzate funzioni in cui uno o più argomenti sono stringhe di criteri di ricerca che rappresentano un'espressione regolare, il primo tentativo è convertire i criteri della stringa in numeri. Per esempio, ".0" sarà convertito in 0.0 e via discorrendo. Se coincide, la corrispondenza non sarà una corrispondenza di espressione regolare ma una corrispondenza numerica. Tuttavia, quando si passa a un'impostazione regionale in cui il separatore decimale non è il punto, tale passaggio fa funzionare la conversione in espressione regolare. Per forzare la stima dell'espressione regolare, anziché di quella numerica, utilizzate delle espressioni che non possano essere confuse con una numerica, tipo ".[0]", ".\0" oppure "(?i).0".


Sintassi

DB.VAR.POP(Database; Campo database; Criteri di ricerca)

Per il parametro Campo database potete inserire un riferimento a una cella d'intestazione o un numero per specificare la colonna all'interno dell'area database, che inizi per 1. Per impostare un riferimento a una colonna tramite la relativa intestazione (dalla prima riga dell'area Database), dovete digitare il nome dell'intestazione tra virgolette.

Esempio

Per trovare la varianza del peso di tutti i bambini della stessa età presenti al compleanno di Luca (scorrete in alto), inserite in B16 la formula seguente:

=DB.VAR.POP(A1:E10;"Peso";A13:E14)

Nella riga 14, sotto Età, inserite 7, 8, 9, in successione e così via. Compare la varianza dei valori del peso dei bambini di questa età presenti alla festa di compleanno di Luca.

Sosteneteci!