Servizio ScriptForge.L10N

Questo sevizio fornisce una serie di metodi relativi alla traduzione di stringhe con un impatto minimo sul codice sorgente del programma. I metodi forniti dal servizio L10N possono essere usati principalmente per:

note

La sigla L10N significa localizzazione e si riferisce ad un insieme di procedure di traduzione di software per uno specifico paese o regione.


I file PO sono stati promossi a lungo dalla comunità del software libero come mezzo per fornire interfacce utente multilingue. Questo si ottiene attraverso l'uso di file di testo, leggibili da esseri umani, con una struttura ben definita che specifica, per ogni linguaggio indicato, la stringa nella lingua sorgente e la stringa localizzata.

Il vantaggio principale del formato PO è la separazione dei ruoli di programmatore e traduttore. I file PO sono file di testo indipendenti, perciò il programmatore può inviare i modelli in file POT ai traduttori, che ne traducono i contenuti e restituiscono i file PO tradotti per ciascuna delle lingue supportate.

tip

Il servizio L10N si basa sull'implementazione GNU dei file PO (portable object). Per saperne di più su questo formato di file, visitate GNU gettext Utilities: PO Files.


Questo servizio implementa i metodi elencati di seguito:

note

Notate che i primi due metodi sono usati per costruire un insieme di stringhe da tradurre ed esportare in un file POT. Però non è obbligatorio creare file POT usando questi metodi. Trattandosi di file di testo, il programmatore può crearli usando qualsiasi editor di testo.


Invocare il servizio

Prima di usare il servizio L10N è necessario caricare o importare le librerie ScriptForge:

note

• Le macro in Basic richiedono il caricamento della libreria ScriptForge usando la seguente istruzione:
GlobalScope.BasicLibraries.loadLibrary("ScriptForge")

• Gli script in Python richiedono un'importazione dal modulo scriptforge:
from scriptforge import CreateScriptService


Ci sono diversi modi per invocare il servizio L10N usando un massimo di cinque argomenti facoltativi che specificano la cartella in cui sono memorizzati i file PO, la lingua locale e la codifica da usare, così come un file PO di ripiego e la sua codifica.

Sintassi:

CreateScriptService("L10N", opt foldername: str, opt locale: str, encoding: str = "UTF-8", opt locale2: str, encoding2: str = "UTF-8"): svc

foldername: la cartella che contiene i file PO. Deve essere espressa nella notazione FileSystem.FileNaming.

locale: una stringa nel formato "li-PA" (lingua-PAESE) o in formato solo "li" (lingua)

encoding: la codifica caratteri da usare. La codifica predefinita è "UTF-8".

locale2: una stringa che specifica la lingua locale di ripiego da usare nel caso in cui il file PO corrispondente a quella definita nel parametro locale non esista. Questo parametro è espresso nel formato "li-PA" (lingua-PAESE) o solo "li" (lingua).

encoding2: la codifica caratteri del file PO di ripiego corrispondente all'argomento locale2. La codifica predefinita è "UTF-8".

note

Per saperne di più in merito ai nomi delle codifiche dei caratteri, visitate la pagina Codifiche dei caratteri IANA. Fate attenzione che LibreOffice non implementa tutte le codifiche dei caratteri esistenti.


Esempio:

In Basic

L'esempio seguente istanzia il servizio L10N senza alcuna argomento opzionale. Questo attiverà solo i metodi AddText e ExportToPOTFile, utili per creare file POT.


      GlobalScope.BasicLibraries.loadLibrary("ScriptForge")
      Dim myPO As Variant
      Set myPO = CreateScriptService("L10N")
    

L'esempio sottostante specifica la cartella contenente i file PO. Dato che la lingua locale non è definita, l'istanza del servizio userà quella definita per l'interfaccia utente di LibreOffice, che è la stessa lingua locale definita nella proprietà OfficeLocale del servizio Platform.


      Set myPO = CreateScriptService("L10N", "C:\myPOFiles")
    
warning

L'esempio qui sopra genera un errore in fase di esecuzione se il file PO corrispondente alla lingua locale OfficeLocale non esiste nella cartella specificata.


Nell'esempio sottostante, la lingua locale è definita esplicitamente come francese del Belgio ("fr-BE"), quindi il servizio caricherà il file "fr-BE.po" dalla cartella "C:\myPOFiles". Se il file non esiste, si verificherà un errore.


      Set myPO = CreateScriptService("L10N", "C:\myPOFiles", "fr-BE", "UTF-8")
    

Per evitare errori, è possibile precisare una lingua locale preferita, una di ripiego e la loro codifica. L'esempio seguente prova prima a caricare il file "fr-BE.po" dalla cartella specificata e se non esiste, caricherà il file "en-US.po".


      Set myPO = CreateScriptService("L10N", "C:\myPOFiles", "fr-BE", "UTF-8", "en-US", "UTF-8")
    
Icona di suggerimento

I file PO devono essere nominati nel formato "li-PA.po" o "li.po", dove "li" si riferisce alla lingua e "PA" è il paese. Alcuni esempi sono: "en-US.po", "fr-BE.po" o "fr.po".


Si raccomanda di liberare le risorse dopo l'uso:


      Set myPO = myPO.Dispose()
    
In Python

Gli esempi qui sopra possono essere portati in Python come segue:


      from scriptforge import CreateScriptService
      myPO = CreateScriptService('L10N')
    

      myPO = CreateScriptService('L10N', r'C:\myPOFiles')
    

      myPO = CreateScriptService('L10N', r'C:\myPOFiles', 'fr-BE')
    

      myPO = CreateScriptService('L10N', r'C:\myPOFiles', 'fr-BE', 'UTF-8', 'en-US', 'UTF-8')
      myPO = myPO.Dispose()
    
note

Possono coesistere diverse istante del servizio L10N. Però ogni istanza deve usare una cartella separata per i relativi file PO.


Proprietà

Nome

Sola lettura

Tipo

Descrizione

Folder

Sì

String

La cartella contenente i file PO (per saperne di più sulla notazione usata controllate la proprietà FileSystem.FileNaming).

Languages

Sì

Array

Una matrice con indice di partenza zero che elenca tutte le basi dei nomi (senza l'estensione ".po") dei file PO che si trovano nella cartella (Folder) specificata.

Locale

Sì

String

La combinazione lingua-PAESE correntemente attiva. Questa proprietà sarà inizialmente vuota se il servizio è stato istanziato senza nessuno degli argomenti opzionali.


Elenco dei metodi del servizio L10N

AddText
AddTextsFromDialog

ExportToPOTFile

GetText


AddText

Aggiunge una nuova voce nell'elenco delle stringhe traducibili. Non deve esistere già.

Il metodo restituisce True, se eseguito correttamente.

Sintassi:

svc.AddText(context: str = '', msgid: str = '', comment: str = ''): bool

Parametri:

context: la chiave con cui ricercare le stringhe tradotte con il metodo GetText. Questo parametro ha come valore predefinito "".

msgid: la stringa non tradotta che corrisponde al testo che appare nel codice del programma. Non deve essere vuota. msgid diventa la chiave con cui trovare la stringa tradotta tramite il metodo GetText se context è vuoto.

La stringa msgid può contenere un numero qualunque di segnaposti (%1 %2 %3 ...) per la modifica dinamica della stringa in fase di esecuzione.

comment: un commento opzionale da aggiungere accanto alla stringa per aiutare i traduttori.

Esempio:

L'esempio seguente crea un insieme di stringhe in inglese:

In Basic

      myPO.AddText(, "This is a string to be included in a POT file")
      myPO.AddText("CTX1", "A string with a context")
      myPO.AddText(, "Provide a String value", Comment := "Do not translate the word String")
    
In Python

      myPO.AddText(msgid = 'This is a string to be included in a POT file')
      myPO.AddText('CTX1', 'A string with a context')
      myPO.AddText(msgid = 'Provide a String value', comment = 'Do not translate the word String')
    

AddTextsFromDialog

Estrae automaticamente le stringhe da una finestra di dialogo e le aggiunge all'elenco delle stringhe di testo localizzabili. Vengono estratte le seguenti stringhe:

Il metodo restituisce True, se eseguito correttamente.

note

Quando il metodo viene richiamato, la finestra di dialogo da cui saranno estratte le stringhe deve risultare chiusa.


Quando create l'istanza del servizio L10N da un file PO esistente, usate il metodo GetTextsFromL10N del servizio Dialog per caricare automaticamente tutte le stringhe tradotte nella finestra di dialogo.

Sintassi:

svc.AddTextsFromDialog(dialog: svc): bool

Parametri:

dialog: un'istanza del servizio Dialog che corrisponde alla finestra di dialogo da cui estrarre le stringhe.

Esempio:

L'esempio seguente estrae tutte le stringhe dalla finestra di dialogo "MyDialog" memorizzata nella libreria "Standard" e le esporta in un file POT:

In Basic

      oDlg = CreateScriptService("Dialog", "GlobalScope", "Standard", "MyDialog")
      myPO = CreateScriptService("L10N")
      myPO.AddTextsFromDialog(oDlg)
      myPO.ExportToPOTFile("en-US.pot")
    
In Python

      dlg = CreateScriptService("Dialog", "GlobalScope", "Standard", "Dialog1")
      myPO = CreateScriptService("L10N")
      myPO.AddTextsFromDialog(dlg)
      myPO.ExportToPOTFile("en-US.pot")
    

ExportToPOTFile

Esporta un insieme di stringhe non tradotte in un file POT.

Per creare un insieme di stringhe potete usare una sequenza di chiamate al metodo AddText, oppure invocare correttamente il servizio L10N con l'argomento foldername presente. È anche possibile usare una combinazione di entrambe le tecniche.

Il metodo restituisce True, se eseguito correttamente.

Sintassi:

svc.ExportToPOTFile(filename: str, header: str = '', encoding:str = 'UTF-8'): bool

Parametri:

filename: il file di output in notazione FileSystem.FileNaming.

header: commenti che saranno aggiunti in cima al file POT generato.

Non inserite alcun carattere "#" a inizio riga. Se volete suddividere l'intestazione su più righe inserite delle sequenze di escape (\n) dove richiesto. Un'intestazione standard sarà aggiunta accanto al testo specificato nell'argomento header.

encoding: il set di caratteri da usare (predefinito = "UTF-8").

Esempio:


       ' Basic
       myPO.ExportToPOTFile("myFile.pot", Header := "First line of the header\nSecond line of the header")
    

      # Python
      myPO.ExportToPOTFile('myFile.pot', header = 'First line of the header\nSecond line of the header')
    
note

Il file generato dovrebbe passare il controllo del comando GNU msgfmt --check senza errori.


GetText

Ottiene le stringhe tradotte corrispondenti all'argomento msgid specificato.

Potete specificare un elenco di argomenti che sostituisca i segnaposti (%1, %2, ...) nella stringa.

Se non viene trovata nessuna stringa tradotta, il metodo restituisce la stringa non tradotta dopo aver sostituito i segnaposti con gli argomenti specificati.

Sintassi:

Questo metodo può essere chiamato sia con il suo nome intero GetText o con l'abbreviazione _ (un singolo carattere di sottolineatura):

svc.GetText(msgid: str, args: any[0..*]): str

svc._(msgid: str, args: any[0..*]): str

note

Nella libreria ScriptForge, tutti i metodi che iniziano col carattere "_" sono riservati al solo uso interno. L'abbreviazione _ usata per GetText tuttavia è l'unica eccezione a questa regola e per tale motivo può essere usata in modo sicuro negli script in Basic e in Python.


Parametri:

msgid: la stringa non tradotta, che corrisponde al testo che appare nel codice del programma. Non deve essere vuota. Può contenere un numero qualsiasi di segnaposti (%1 %2 %3 ...), utilizzabili per l'inserimento dinamico del testo in fase di esecuzione (runtime).

Oltre a usare una singola stringa msgid, questo metodo accetta anche i seguenti formati:

args: i valori da inserire nei segnaposti. È permesso qualsiasi tipo di variabile, ma saranno prese in considerazione solamente stringhe, numeri e date.

Esempio:

In Basic

Considerate che il seguente codice sia in esecuzione in una installazione di LibreOffice con le impostazioni locali "es-ES" (spagnolo-Spagna). In aggiunta, all'interno della cartella specificata è presente un file "es-ES.po" che traduce le stringhe passate al metodo GetText:


      myPO = CreateScriptService("L10N", "C:\myPOFiles\")
      myPO.GetText("Welcome %1! Hope you enjoy this program", "John")
      ' "¡Bienvenido John! Espero que disfrutes de este programa"
    
In Python

      myPO = CreateScriptService('L10N', r"C:\myPOFiles")
      myPO.GetText('Welcome %1! Hope you enjoy this program', 'John')
      # "¡Bienvenido John! Espero que disfrutes de este programa"
    
warning

Tutte le routine e gli identificatori Basic di ScriptForge che iniziano con un carattere di sottolineatura "_" sono riservati per uso interno. Non è previsto il loro utilizzo nelle macro in Basic o negli script in Python.


Sosteneteci!